sabato 6 maggio 2017

SPAGHETTONI CON PESTO DI OLIVE VERDI, PINOLI E FINOCCHIETTO PER IL CALENDARIO DEL CIBO ITALIANO.


Parafrasando il Manzoni, le olive le trovi dall’Alpi alle Piramidi, cioè in tutto il bacino del Mediterraneo e oltre. Si può affermare che praticamente ogni terra che circonda questo mare vanta una propria olivicoltura.
L’olivo è una pianta arborea tipica delle regioni a clima mite, che raggiunge un’altezza fino a 20 metri. E’ una pianta sempreverde, a crescita molto lenta e molto longeva, infatti può vivere per centinaia di anni. 
Il suo frutto, le olive, nere o verdi che siano, vengono utilizzate in cucina in numerose ricette e preparazioni. Verdi, nere, dalla forma allungata o tondeggiante, le olive sono sempre uno stuzzichino perfetto in ogni stagione, oltre a un ingrediente saporito per dare un tocco unico a piatti di pasta, di pesce, a insalate o alla pizza.
Negli ultimi anni il consumo di olive in Europa è in aumento e non solo perché da esse si ricava l’olio, ma anche perché si consumano come aperitivo, negli antipasti e come ingredienti nelle insalate, nei primi, nei secondi e nei prodotti da forno (pane, focaccia, pizza, crackers ecc..). 
L’oliva inizialmente si presenta sempre verde e con il progredire della maturazione il colore della buccia cambia per diventare rosa-porpora e alla fine della maturazione nero.
In Italia e nel mondo ne esistono tantissime varietà,  ognuna con proprie caratteristiche distintive sia nell’aspetto che nel sapore e tutte splendide: di Gaeta, Nocellara del Belice, Taggiasca, Bella di Cerignola, Ascolana Tenera… Avete presente le distese di ulivi nel nostro Sud?
Oggi che per il Calendario del Cibo italiano  è la G. N. Delle oliveve le propongo, a condimento di un spaghetto grosso, in un pesto con altri pochi ingredienti mediterranei, i pinoli e il finocchietto selvatico.
Il pesto lo potete preparare con il classico mortaio di marmo o con il inipimer. 

Spaghettoni con pesto di olive verdi, pinoli e finocchietto.

INGREDIENTI.
180 g di olive verdi grandi (denocciolate)
350 g di spaghettoni (o di bucatini)
100 g di parmigiano grattugiato
80 g di pecorino romano grattugiato
+ alcune scaglie per guarnire
60 g di pinoli
1 mazzetto di finocchietto
Olio extravergine di oliva q.b.

Tostate i pinoli per qualche minuto in una padella antiaderente.
Non aggiungete condimento e lasciateli scaldare fino a quando non risulteranno leggermente dorati. Spegnete il fuoco e lasciateli intiepidire.
Mettete le olive, i pinoli, l’olio e la parte più tenera del finocchietto in una ciotola alta e stretta e con il minipimer frullate a piccoli colpi, aggiungendo qualche cucchiaiata di acqua di cottura della pasta, fino ad ottenere una crema morbida. Mescolate metà del formaggio grattugiato.
Mettete il condimento a base di olive e pinoli in una terrina ben capace.
Scolate la pasta al dente e versatela nella terrina, mescolandola insieme al condimento e all’altra metà del pecorino e aiutandovi con un po’ dell’acqua di cottura conditeli bene.
Servite gli spaghetti con olive verdi, pinoli e finocchietto guarnendo i piatti con del pecorino a scaglie, qualche pinolo e qualche oliva tagliata a rondelle.

7 commenti:

  1. Un piatto gustosissimo e veloce da preparare, grazie per la tua proposta
    Un caro saluto
    Maria teresa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con i bucatini rende ancora di più 😉👍

      Elimina
  2. Non conoscevo questo pesto. Una bella idea per non uusare le olive ed il finocchietto nei soliti modi. Grazie.

    RispondiElimina
  3. Non conoscevo questo pesto. Una bella idea per non uusare le olive ed il finocchietto nei soliti modi. Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Frullatore alla mano faccio il pesto con tutto. 😉

      Elimina
  4. le olive si troveranno dall'Alpi alle Piramidi, ma un sugo cosi delicato e profumato lo trovo solo qui.. e copiamo pure questo!

    RispondiElimina